·  QUANDO FARE IL VERSAMENTO

Uno degli aspetti, normalmente trascurato dagli investitori, è quello relativo alla data del versamento effettivo dell’investimento. Nei vari portali si sollecita a investire nei primi giorni della campagna di raccolta (compreso il nostro) poiché tale circostanza fa parte della cosiddetta negoziazione tra società offerente e investitore. Tuti i portali per abitudine però, sono portati a richiedere il versamento dell’intero capitale investito sin da subito e, a volte, persino usare un wallet dedicato da cui estrarre il capitale medesimo.
Si tratta di una tecnica per favorire la negoziazione tra offerente e investitore, tuttavia occorre rilevare che, tale abitudine, a fronte di una campagna che ha la durata potenziale, ad esempio, di giorni 60 o persino 90, se si effettua il versamento dell’intero capitale inizialmente, al momento della sottoscrizione del contratto d’investimento – qualsiasi sia la forma dello stesso: equity, lending, royalty o reward – e questo avvenga nei primi giorni della raccolta, ciò comporterà come conseguenza che il denaro rimarrà immobilizzato (quindi illiquido) per altrettanto tempo, perdendo degli interessi potenziali che potrebbero maturare sul vostro capitale per lo stesso periodo. La circostanza per cifre sostanziose potrebbe avere anche un rilievo finanziario notevole e un buon investitore deve sempre tener conto del tempo per il quale il capitale non è disponibile.
Altirendimenti, invece, essendo un portale un DIY crowdfunding e, quindi, un’unica offerente che gestisce il medesimo portale in proprio, si può concedere di non chiedere il capitale investito sino alla fine della campagna di raccolta e, quindi, consentire all’investitore di avere la disponibilità della cosiddetta valuta anche durante la stessa campagna. All’investitore viene, infatti, solamente richiesto il versamento di un anticipo prenotazione (avente valore di caparra penitenziale), questo per l’evidente motivo di impegnare l’investitore medesimo a onorare il contratto sottoscritto. Diversamente non chiedendo di effettuare alcun versamento si potrebbero verificare innumerevoli prenotazioni senza impegno reale. Ciò che conta però, è che il 95% del capitale investito rimane nelle mani dell’investitore sino a quando il progetto d’investimento non ha realmente inizio.
La società offerente (Uni-co.live Genova Srl) per ogni campagna, inoltre, accende un conto corrente dedicato e comunque lo rende – in autoregolamentazione o in accordo con la banca (a seconda delle circostanze) – indisponibile per tutta la durata della campagna. Tale conto corrente in caso di attivazione del progetto sarà sbloccato e utilizzato per tutti i movimenti legati a quello specifico progetto.

error: Il contenuto è protetto !!